Escursione guidata sul Monte Palazzo Borghese (2.145m)

Da Foce di Montemonaco, ripercorrendo i passi del Guerrin Meschino, saliremo, attraversando gli splendidi boschi sovrastanti il borgo fino ad arrivare alle sponde del piccolo lago effimero al
cospetto dei bastioni di roccia calcarea del Sasso di Palazzo Borghese, che aggireremo, per arrivare alla cima, da dove potremo osservare il panorama sul versante Umbro dei Monti Sibillini, antica meta o partenza di viaggiatori, mercanti e negromanti che in passato frequentavano questi sentieri.

Escursione guidata sul Monte Argentella (2.200m)

Escursione sul versante occidentale della catena dei Monti Sibillini, con partenza da Castelluccio di Norcia ci dirigeremo verso la sella di Forca Viola per raggiungere la cima del Monte Argentella a 2200 metri, proseguendo poi, in direzione del Monte di Palazzo Borghese , percorreremo l’antico sentiero della “Strada Imperiale” completando un anello che si chiuderà sulle praterie in prossimità di Capanna Ghezzi per poi rientrare al luogo di partenza appagati dall’aver ammirato e vissuto uno stupendo ed affascinante paesaggio di alta montagna con vista dall’alto della fioritura sul Pian Grande sottostante.

Escursione guidata sul Monte Bove (2.169m)

Escursione sul Monte Bove a 2169 m dalla cresta Sud a quella Nord percorreremo il panoramico sentiero che circonda la omonima “Val di Bove” eloquente esempio di circo glaciale modellato dallo scorrimento dei ghiacciai decine di migliaia di anni fa. Saremo nell’area in cui con un progetto di reintroduzione è tornato a vivere i Camoscio Appeninico, uno dei mammiferi più rari e protetti d’Europa, per cui non sarà insolito avvistare questo magnifico animale, vero signore delle rupi rocciose.

CORSO DI ALPINISMO (2 giorni)

Due giornate in ambiente roccioso presso la falesia di Valvasseto (Bolognola, MC)  per apprendere le tecniche di progressione su terreno roccioso, su itinerario di grado alpinistico “F” (facile) e acquisire le capacità pratiche per la gestione di una progressione classica in cordata di pari livello.

ESCURSIONE GUIDATA ALLE GOLE DELL’INFERNACCIO – Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Un passaggio nelle strette Gole dell'Infernaccio, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Risaliremo il torrente del Tenna in un magnifico ambiente fluviale dominato da boschi di Faggio, fino ad arrivare ai prati dell’eremo di S.Leonardo  e alla cascata del Rio o all’arco di roccia dei Grottoni.  Attraversando le suggestive Gole del Volubrio o Infernaccio, stretti tra le fredde e scure forre rocciose  scavate dall’erosione dell’acqua tra il Monte Sibilla a sud e il Monte Priora a nord, potremo ammirare le più fantasiose conformazioni e stratificazioni rocciose di notevole interesse geologico ,nel luogo più suggestivo e affascinante dei Monti Sibillini.

ESCURSIONE GUIDATA AL LAGO DI PILATO DA FOCE DI MONTEMONACO (1.941m)

Gioiello custodito nel cuore del Parco Nazionale dei Sibillini, il lago di Pilato è l’unico lago naturale delle Marche situato a 1941 m , caratteristico anche per la sua forma ad “occhiale” nella fase di minore portata d’acqua. Di origine glaciale, ospita la specie endemica del Chirocefalo del Marchesoni, un piccolissimo crostaceo dal colore rosso che qui trova il suo habitat ideale per riprodursi ed è un luogo di straordinaria bellezza dove si respira l’aria antica legata alle leggende di queste acque misteriose circondate dall’imponenza del Monte Vettore e delle cime più alte della gruppo montuoso più a sud dei Monti Sibillini.

Escursione guidata con alba sul Monte Vettore (2.476m)

Vedere sorgere il sole dal mare Adriatico quando sei in cima al Monte Vettore a 2476 metri da un valore aggiunto alla classica imperdibile escursione sulla cima più alta delle Marche nel versante sud degli Appennini.  Da qui il panorama spazia dalla Piana di Castelluccio in Umbria, al Terminillo nel Lazio e ai vicini Monti della Laga con dietro  il Gran Sasso in Abruzzo. Dalla cresta osserveremo tutta la catena dei Monti sibillini e nel circo glaciale sotto di noi  il leggendario Lago di Pilato. 

Escursione guidata sul Sentiero dei Mietitori – Monte Vettore (2.476m)

Dal piccolo e caratteristico borgo di Altino di Montemonaco fino alla Chiesa di Santa Maria in Pantano a Montegallo, percorreremo un tratto dell’antico sentiero praticato dai braccianti e viaggiatori che si spostavano tra Marche e Umbria. Attraverseremo meravigliosi boschi di castagno, dalle cui radure, ammireremo panorami stupendi spaziando dalle pendici del Monte Vettore fino al mare. Ci troveremo qui sul “Versante della Magia” dei Monti Sibillini dove miti, storie e  leggende avvolgono e contraddistinguono questi luoghi.

Escursione al Monte Vettore sulla Cima di Sasso D’André – 2100 m

Partendo da Altino, piccola frazione di Montemonaco(AP), arriveremo  alla Cima Sasso D’André, a 2100 metri di quota, camminando per raggiungerla, sulla cresta del Monte Banditello (m.1873),  ultima propaggine montuosa a nord-est della catena del Monte Vettore. Dalla vetta appagheremo la vista sui Monti Sibillini spaziando con  lo sguardo dalla Valle di Foce che sale al Lago di Pilato, alle cime della superba Sibilla e del magnifico Palazzo Borghese di fronte a noi, fino a vedere in lontananza il mare della costa marchigiana.

Escursione al Balzo Rosso alle pendici del Monte Amandola

Il Balzo Rosso, Valle dell'Ambro, Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Con un percorso ad anello, partendo dal piazzale antistante il Santuario della Madonna dell’Ambro, ci inoltreremo in uno splendido bosco di Faggi per arrivare fin sotto il Balzo Rosso, che è una imponente parete rocciosa rupestre che domina l’ingresso sulla Valle dell’Ambro, essa è composta da rocce di scaglia rossa che, illuminata dai raggi del sole, assume splendide policrome colorazioni rossastre. In questo habitat nidifica l’Aquila Reale il rapace più maestoso e bello tra gli uccelli predatori che popolano i Monti Sibillini, che se saremo fortunati, vedremo elegantemente volare sopra di noi. Nel tragitto di ritorno attraverseremo le Frazioni di Valle e Piedivalle con i loro splendidi borghi nascosti.